Viabilità

"Ma perché piango? Non serve proprio a niente!" disse fra sé Alice. E dopo un po'con un tono decisoaggiunse: "Ti consiglio di smetterla immediatamente".

Di solito Alice si dava degli ottimi consigliperò poi li seguiva raramente. Qualche volta arrivava perfino a sgridare se stessacosì severamente da farsi venire le lacrime agli occhi. Un giorno tentò addirittura di tirarsi gli orecchi perché aveva provato a imbrogliare sui punti durante una partita a palla tra lei e lei stessa. Infatti questa strana bambina pretendeva a volte d'essere due persone.

"Ma ora" pensava la povera Alice "non mi servirebbe a niente fingere d'essere due persone. Di me è rimasto tanto pocoche basta appena a fare una sola persona che si rispetti!" D'un tratto si accorse di una scatoletta di vetro che era sotto il tavolo. L'aprì e ci trovò un pasticcino sul quale era scritto con lettere di crema: "MANGIAMI" "Va bene" si disse Alice. " Lo mangerò ese mi farà crescerevuol dire che riuscirò a pigliar la chiave; se invece mi renderà ancora più piccolapasserò sotto la porta. In qualunque modo entrerò nel giardino e non m'importa di quello che succederà dopo".